Filinfo

Foot

L’émouvante lettre d’adieu de Buffon à la Juventus

© Copyright : DR
Alors qu’il s’apprête à jouer son dernier match avec la Juventus, Gianluigi Buffon a adressé une lettre de remerciement au club et à ses fans.
A
A
Gianluigi Buffon, disputera son ultime match pour la Juventus, aujourd’hui, face au Hellas Vérone. Le mythique portier a décidé d’adresser une lettre de remerciement pleine d’émotion au club et à ses fans.

Voici un extrait de ladite lettre:

"6111 moments. 6111 jours de passion. De joie, de pleurs, de défaites et de victoires. Merci à chacun de vous. Parce que chacun de vous a contribué à faire de chaque moment de ma vie un moment spécial à la Juventus.

Une vie qui est devenue une seconde peau. Une peau que j'ai portée, aimée et respectée. Et que j'ai gardé et protégé avec moi. Avec toutes mes limites, mais aussi avec la passion qui m'a toujours accompagné.

La Juve est une famille. Ma famille. Et je n'arrêterai jamais de l'aimer, de la remercier et de l'appeler "chez moi". Parce qu'elle m'a tellement donné. Tout. Certainement beaucoup plus que ce que je fait pour elle.

Demain, une route se termine. Un livre se termine, que nous avons écrit ensemble. L'émotion est si grande. C'est trop. Un nouveau chemin commencera inévitablement. Un nouveau livre doit commencer".

 

6111 Seimilacentoundici giorni. Semilacentoundici attimi di pura passione. Di gioia, di pianti, di sconfitte e di vittorie. Grazie. Grazie ad ognuno di voi. Perché ognuno di voi ha contribuito a rendere speciale ogni istante della mia vita in bianconero. Una vita che è diventata una seconda pelle. Una pelle che ho indossato, amato e rispettato. E che ho custodito e protetto con tutto me stesso. Con tutti i miei limiti, ma anche con tutta la passione che mi ha sempre accompagnato. Con domani si conclude un percorso. Termina un libro che abbiamo scritto insieme. L’emozione è tanta. Troppa. Comincerà inevitabilmente un percorso nuovo. Un libro nuovo. Deve cominciare. Per la Juventus che rimarrà oltre qualunque calciatore, sempre! E che continuerà a scrivere altre pagine importanti del suo libro che io penso e immagino infinito. Perché il suo è un dna unico ed ineguagliabile. Irripetibile e magnifico. La Juve è una famiglia. La mia famiglia. E io non smetterò mai di amarla, ringraziarla e chiamarla “casa”. Perché mi ha dato tanto. Tutto. Sicuramente molto più di quanto io non abbia fatto nei suoi confronti. Comincerà inevitabilmente un percorso nuovo. Un libro nuovo. Deve cominciare. Per me che imparerò a guardare il futuro con occhi diversi. Che inizierò a raccogliere le nuove sfide che la vita mi proporrà con la curiosità di chi non vuole smettere di sentirsi “in gioco”. E che sentirò il sano timore di chi di sfide ne ha vissute tante, a volte vinte, molte altre perse, ma che è consapevole che ognuna di esse è diversa dalla precedente. E pertanto più difficile. Sono arrivato allo stadio in bicicletta. Ero tanto giovane. E domani vorrei metaforicamente allontanarmi a piedi per poter assaporare ogni istante, sentire la fatica del distacco. E la gioia dei saluti. Per emozionarmi. E per capire che mai sarò lontano da quel posto che chiamerò “casa”. Per sempre! E per poter salutare i compagni e gli amici che mai smetterò di chiamare FRATELLI. Fino alla fine! Per sempre vostro, Gianluigi Buffon

Une publication partagée par Gianluigi Buffon (@gianluigibuffon) le

Par Oumeïma Er-rafay
A
A

Tags /


à lire aussi /


Commenter cet article
Oups ! il semble que votre name soit incorrect
Oups ! il semble que votre e-mail soit incorrect
Oups ! il semble que votre commentaire est vide

Oups ! Erreur de valider votre commentaire

Votre commentaire est en attente de modération


Chargement...

Chargement...

Retrouvez-nous